Bikepacking: mai più senza!

23 Novembre 2017 1415 0 0

Il Bikepacking è ormai da qualche anno un’ottima alternativa a borse laterali e zaini.

Chi pratica cicloturismo lo sa bene. Viaggiare in bici è probabilmente tra le esperienze più autentiche che una persona possa fare. Viaggiare in bici fa sentire liberi, forti, pronti ad affrontare imprevisti, salite, acquazzoni. E’ davvero importante farlo in comodità e senza carichi eccessivi.

Da qualche anno è arrivato il bikepacking che ha conquistato e continua a conquistare migliaia di cicloamatori. Il bikepacking infatti fa contenti tutti: si adatta infatti anche bici da corsa o la mtb. Perfetto ovviamente il connubio tra questo tipo di borse e le bici da cicloturismo. E si sposa alla perfezione anche con l’assetto più sportivo delle gravel e delle fatbike, anch’esse sempre più diffuse.

ASSETTO BIKEPACKING

ASSETTO BIKEPACKING

In cosa consiste? Dimenticatevi carichi sporgenti, portapacchi, zaini sulle spalle. Con il bikepacking le borse si fonderanno con la vostra bici. Si utilizza infatti la geometria del telaio per posizionare tutte le tipologie disponibili. Vediamo nel dettaglio quali sono.

Borsa sottosella: va agganciata al retro della sella e al tubo sella e può arrivare fino a 17 litri di volume.

Borsa da telaio: viene alloggiata all’interno del triangolo del telaio della bicicletta in maniera tale da lasciare spazio al porta borraccia. E’ solitamente fatta su misura per la propria bicicletta. Ma i modelli in commercio hanno una grande adattabilità. Può essere applicata anche a MTB full. Di solito ha una capienza di 3/6 litri.

Borsa da manubrio: ha una tipica forma cilindrica. Viene attaccata sul davanti del manubrio e ha una capienza fino a 20 litri.

Borsello anteriore: è un piccolo contenitore che viene applicato alla serie sterzo e al telaio. Molto comodo anche per tenere in vista il cellulare o una mappa cartecea.

Borsello posteriore: viene applicato sulla parte sommitale del telaio, più precisamente è attaccato sia al telaio che al reggisella.

bikepacking di ortilieb

BORSE ORTLIEB

Questo modo di caricare la bici, è quindi adatto a tante situazioni. Scelto sia da chi pratica ultracycling sia da chi partecipa alle sempre più diffuse manifestazioni di trail, come l’ormai noto Tuscany Trail.

La guida risulterà più maneggevole e si potrà affrontare qualsiasi itinerario, compresi gli sterrati più impegnativi.

Sono tante le aziende che si stanno specializzando nella produzione di Bikepacking. Ora vi parliamo di quelle che ci piacciono di più.

Iniziamo con la linea bikepaching di Ortlieb. Impossibile non citare questa arcinota azienda tedesca. Stile e qualità indiscusse ne fanno un punto di riferimento per chi cerca un prodotto top gamma. Nella sezione del sito dedicata al bikepacking, troverete certamente ciò che cercate.

Miss Grape è un’azienda di Rovigo che ha saputo ritagliarsi un ruolo importante nel panorama del cicloturismo. Senza troppi giri di parole, lasciamo che siano i loro fantastici prodotti a parlare per loro.

bike packing di Miss Grape

MISS GRAPE

Un altro protagonista è senza alcun dubbio Apidura. Ottimizzare la distribuzione del peso e rendere la guida super agile. Questo l’obiettivo perseguito da questa azienda inglese che ha puntato su leggerezza, durabilità e funzionalità. Scoprite di più nell’ampia sezione del sito dedicata al bikepacking.

Apidura is driving the evolution in ultralight cycling and opening a new world of riding possibilities for passionate cyclists.”

bikepacking di Apidura

APIDURA

Si sa: dulcis in fundo. Ecco a voi la lady del bikepacking, Mrs Rusjan. Abbiamo avuto il piacere di incontrarla al Bam di quest’anno e di scambiare qualche idea telefonicamente. Ma desideriamo conoscere la sua attività più da vicino. Perciò nei prossimi mesi, le dedicheremo un ampio articolo del Blog. Per ora solo un assaggio per farvi conoscere la sua linea di bikepacking.

bikepacking di Rusjanbag

RUSJANBAG

Lucy Rusjan crea i suoi prodotti per il bikepaching nel suo laboratorio in Slovenia. I suoi prodotti si distinguono per la forte customerizzazione che Lucy offre ai suoi clienti. Per farlo ci mette tutta la sua passione per la bici e la competenza che solo i maestri artigiani hanno.

Ora che sapete dove trovare le borse per il vostro viaggio in bici, non vi resta che partire! Per esempio unendovi a questo cicloviaggio da Treviso all’isola di Hvar in Croazia in programma sul nostro sito!

Matilde Atorino

 

 

 

 

 

Tags: apidura, avventura, bike trail, bikepacking, borse da viaggio, cicloturismo, escursioni, gravel, miss grape, mtb, ortlieb, rusjan, tuscany trail, ultracycling, viaggi in bici Categories: Un Mondo in Bici
share TWEET PIN IT
Redazione Bikenbike

Gli articoli del nostro blog sono pensati e scritti da Matilde Atorino, CEO e founder di Bikenbike srl e grande appassionata di cicloturismo.

Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *