Il divertimento al Napolibikefestival

La Campania felix in bici e Luca Simeone.

16 Novembre 2017 1076 0 0

Oggi incontriamo un amico di Bikenbike di “vecchia” data, Luca Simeone. Luca infatti è tra gli organizzatori del NAPOLI BIKE FESTIVAL la prima festa dedicata al mondo bici a cui abbiamo preso parte con la nostra start up nel 2016 (guarda il video).

CIAO LUCA, SIAMO FELICI DI INCONTRARTI NUOVAMENTE. CI RACCONTI UN PO’ DI TE E DI COME NASCE IL NAPOLI BIKE FESTIVAL? 

Luca Simeone da anni si impegna per la ciclabilità di Napoli

LUCA SIMEONE

Ho 42 anni compiuti da poco e lavoro alla Città della Scienza di Napoli. Spero di lavorare ancora qui. Non è un bel periodo. Abbiamo indetto  uno sciopero per protestare contro quattro mensilità arretrate. Sono un Project Manager e mi occupo di creazione d’impresa.

Alcuni anni fa la nostra struttura subì un incendio devastante. Furono anni complessi e continuano ad esserlo, ma nei momenti di crisi bisogna aggrapparsi alle proprie passioni. Così con un gruppo di amici fondammo l’Associazione Napoli Pedala e organizzammo il Napoli Bike Festival come momento di incontro e promozione della cultura della bici. Lo sforzo del nostro Festival è stato sin dal principio quello di unire le tante anime della bici nella nostra città, associazioni, commercianti, istituzioni ed appassionati. Obiettivo dimostrare che anche Napoli può essere una città bike friendly.

Di strada ne abbiamo fatta, a maggio 2018 ci sarà la settima edizione del Festival “Le sette bellezze di Napoli in bici”.

In questi giorni stiamo lavorando alla definizione del nuovo format che vedrà il coinvolgimento di location insolite, tra cui il Bosco di Capodimonte.

COME NASCE LA TUA PASSIONE PER LA BICI?

Nasce da bambino, d’estate prendevo la bici e sparivo per ore. Mi è sempre piaciuto esplorare. L’adolescenza l’ho passata senza pedalare, casa nostra era piccola e non c’era spazio per la bici. Ai tempi dell’università è quindi ritornata per non sparire più. Adoro gli sterrati in mtb ma anche le lunghe pedalate con bici da strada. La Campania in bici offre una grande varietà di percorsi. Un amore recente è la bici vintage, scoperta sulle strade bianche dell’Eroica.

bimbi in bici davanti al Napolibikefestival

IL NAPOLI BIKE FESTIVAL, UNA GRANDE FESTA DELLA BICICLETTA

SAPPIAMO CHE SEI ATTIVO PER DIFFONDERE LA CULTURA DELLA CICLABILITA’ ANCHE ATTRAVERSO ALTRI CANALI. LUOGHI DI INCONTRO E QUINDI DI AGGREGAZIONE COME LA BICYCLE HOUSE NELLA GALLERIA PRINCIPE DI NAPOLI. CI RACCONTI DI QUESTO LUOGO ?

Il 16 dicembre brinderemo con una grande festa al primo anno di attività della Bicycle House. Un anno entusiasmante e difficile allo stesso tempo. Scontiamo la nostra anima associativa che prevale su quella commerciale. Dobbiamo trovare il giusto mix.

Molto positivo il bilancio dei tour in bici, grazie alla collaborazione con Bike Tour Napoli, realtà già attiva da anni. Siamo riusciti a crescere molto sia qualitativamente che quantitativamente nell’offerta di bike tour a turisti, per la stragrande maggioranza stranieri. I bike party sono un altro format molto interessante che funziona bene, anche grazie alla location stupenda della Galleria Principe di Napoli. Nel 2018 partiremo con il servizio di bike messanger.

biketour di gruppo a Napoli

UNA PEDALATA DI GRUPPO NEL CENTRO STORICO DI NAPOLI

Per ciclofficina e bike bar bene, ma ci sono ancora tanti margini di miglioramento.  La cosa che più ci fa piacere è essere diventati un luogo riconosciuto ed aperto al territorio. Si va da grandi realtà come il Museo Archeologico di Napoli alle associazioni che si incontrano da noi come Greenpeace. Ma soprattutto ci sono tanti ragazzini che vengono a smanettare con le loro bici.

NAPOLI SEMBRA VIVERE UN MOMENTO DI RINASCITA NONOSTANTE RIMANGANO PROBLEMI DA RISOLVERE E MALI ENDEMICI DURI DA ESTIRPARE. MA SI RESPIRA UNA NUOVA ARIA. PENSI CHE LA BICI POSSA AIUTARE IL CAMBIAMENTO O CHE VICEVERSA SOLO UN CAMBIAMENTO DI ALTRA NATURA POSSA CONSENTIRE ALLA BICI DI ESSERE DAVVERO UN’ALTERNATIVA PER VIVERE LA CITTA’?

La bici è teoria e pratica, pensiero ed azione, causa ed effetto. Il semplice aumento del numero di persone che utilizza la bici produce effetti positivi. Ovviamente per far sì che questo avvenga servono le condizioni a contorno e quindi politiche di promozione della ciclabilità urbana.

Napoli è senza dubbio innovativa dal punto di vista del fermento culturale, molto meno sul versante infrastrutturale e tecnologico. Dopo l’inaugurazione della prima pista ciclabile poco è stato fatto ed inoltre in alcuni casi ci sono stati dei clamorosi rallentamenti, come la scomparsa del servizio di bike sharing.

la Bicycle House di Napoli

LA BICYCLE HOUSE, NELLA GALLERIA PRINCIPE DI NAPOLI

PARLIAMO DEI PERCORSI DELL’ANIMA, UN NUOVO PROGETTO CHE STAI SEGUENDO CON LA SOLITA PASSIONE.

“I percorsi dell’anima” sono un progetto complesso dell’assessorato al Turismo della Regione Campania che ha promosso le destinazioni turistico religiose della nostra regione. Nell’ambito di questa progettazione noi abbiamo dato un contributo per definire le tracce e promuoverle attraverso un video racconto. Siamo convinti del potenziale turistico che offre la scoperta della Campania in bici.

Le aree interne della Campania sono stupende, sono luoghi molto evocativi. Lungo i percorsi disegnati dal Santuario di Montevergine ad oltre 1200 m s.l.m., il Duomo di Benevento, l’abbazia del Goleto, si attraversano paesaggi che mutano continuamente. Sul sito www.incampania.com è possibile trovare tracce e descrizione degli itinerari. Chi percorre questi itinerari, avrà un passaporto su cui apporre i timbri lungo il percorso, direttamente nei luoghi di culto visitati.

LA VIA SILENTE HA APERTO LA STRADA VERSO UNA PROPOSTA CICLOTURISTICA DI QUALITA’ ANCHE IN CAMPANIA. PENSI CHE SI POSSA INIZIARE A RAGIONARE ALMENO REGIONALMENTE A FAVORE DI QUESTA MODALITA’ DI TURISMO ANCHE PER FAVORIRE LE MICRO ECONOMIE DELLE PROVINCE?

La Via Silente è un sogno che si è realizzato. E’ la perseveranza e la passione dell’Associazione omonima che l’ha promossa e l’intuizione degli enti locali, Regione e Comuni di supportarla.

Ha decisamente disvelato, anche a chi si bendava gli occhi, un’opportunità reale di promozione della Campania in bici. Per un turismo sostenibile, di qualità, duraturo e con vantaggi per tutti.

COME PENSI SI POSSA AVVICINARE UN MAGGIOR  NUMERO DI PERSONE ALLA MOBILITA’ SOSTENIBILE? LA MISSION DI BIKENBIKE E’ PROPRIO QUELLA DI AIUTARE LA DIFFUSIONE DEL CICLOTURISMO.

Semplicemente provando soluzioni nuove come per esempio provando ad andare in bici al lavoro. Oppure, come fa Bikenbike , favorire l’incontro tra domanda e offerta di tour e la condivisione di un’esperienza di cicloturismo.

Ciclotour di Napoli

Pedalate urbane nei vicoli di Napoli

Perchè se provi la bici non la lasci più. Incominci a sperimentarne i possibili utilizzi nel quotidiano, per il tempo libero, per la famiglia, per lavoro etc.

QUALI SONO SECONDO TE LE LEVE E GLI STRUMENTI CHE LE AMMINISTRAZIONI E LA POLITICA DOVREBBERO ATTIVARE PER FAVORIRE L’UTILIZZO DELLA BICICLETTA?

Realizzare politiche di ciclabilità urbana di qualità. Infrastrutture utili e fatte bene, sostegno del trasporto pubblico locale e politiche di disincentivazione del trasporto privato su gomma (auto/scooter).

Ovviamente per fare tutto ciò servono risorse stabili e durature in un arco temporale di medio/lungo periodo e persone capaci per metterle in atto.

PRIMA DI SALUTARTI, TI FACCIAMO LA NOSTRA DOMANDA DI RITO. CHE PAROLA ASSOCI ISTINTIVAMENTE ALLA BICICLETTA?

Nessun dubbio: “Libertà”!

Matilde Atorino

 

Tags: campania, ciclabili, cicloturismo. tour in bici, citybike, itinerari, mobilità, napoli, napoli bike festival Categories: Bike Lovers
share TWEET PIN IT
Redazione Bikenbike

Gli articoli del nostro blog sono pensati e scritti da Matilde Atorino, CEO e founder di Bikenbike srl e grande appassionata di cicloturismo.

Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *