il cicloturismo una modalità di viaggio da scoprire

Il cicloturismo: cos’è e come praticarlo

12 Giugno 2017 1139 0 0

Cicloturismo: se ne sente sempre più spesso parlare e sembra essere una tipologia di viaggio sempre più diffusa, anche tra i meno appassionati di bicicletta.

La missione di Bikenbike è proprio aiutare il Cicloturismo a diventare sempre più popolare e oggi approfondiremo l’argomento.

Qual’è la definizione di cicloturismo? Quali sono le caratteristiche di questa modalità di viaggio? Una volta compresa la base concettuale, scattano poi le domande più pratiche: cosa serve per viaggiare in bici?

Qual’è l’equipaggiamento da cicloturismo? Che bicicletta scegliere?

Cos’è il cicloturismo? Definizione e significato

Per cicloturismo s’intende, più semplicemente, un turismo praticato in bicicletta, protagonista assoluta di questo modo di visitare il mondo.

Si può scegliere di fare del turismo in bicicletta sia per un viaggio itinerante di più giorni, o addirittura più settimane, sia per delle gite giornaliere o un weekend.

A chi sceglie di viaggiare in bici non interessa la prestazione fisica, i tempi di percorrenza e la preparazione atletica. Al contrario il cicloturismo è un modalità di viaggio che permette di avvicinarsi con tempi più lenti e più umani a luoghi e persone, di visitare ma soprattutto di vivere le proprie mete.

vietnam in bicicletta

Che si scelga un viaggio in bicicletta con tenda e soluzioni più spartane, oppure un tipo di pernottamento più comodo, come ad esempio un Bed&Breakfast, si tratta di un turismo a misura e a velocità d’uomo. E che al benessere del viaggio unisce anche il benessere fisico apportato dall’attività ciclistica.

Spesso ci si sposta seguendo le ciclovie, oppure i sentieri naturali pensati anche per la bicicletta, oltre che per il trekking o le escursioni a cavallo. Ma non è affatto inusuale che molti cicloturisti si spostino su strade cittadine, regionali o statali, come anche che optino per qualche fuoripista.

Questo è proprio uno dei grandi vantaggi del viaggio in bicicletta: poter cambiare programma in ogni momento e a costo zero.

Ecco quindi che i vantaggi del cicloturismo appaiono chiari: costi degli spostamenti notevolmente contenuti, maggiore libertà di programmare il viaggio on the road. Un tipo di viaggio e di esplorazione più autentico, senza contare il contributo alla tutela ambientale e al turismo eco-sostenibile.

Ecco perché il cicloturismo conviene, fa bene allo spirito, alle tasche e anche al Pianeta!

Le caratteristiche del cicloturismo

Come ogni tipologia di turismo, anche il turismo in bicicletta può avere tante declinazioni. Ci sono i viaggi in bicicletta organizzati, con tanto di guida e, a volte, pulmino al seguito che aiuta a trasportare i propri bagagli e, nel caso di pernotto in tenda, tutta l’attrezzatura per accamparsi.

Ci sono invece cicloturisti che viaggiano in totale autonomia, portandosi il bagaglio nelle borse da viaggio studiate proprio per le bici (https://www.vaude.com/en-GB/Products/Packs-n-Bags-Luggage/Bike-Bags/)

https://www.ortlieb.com/it/ o con il bikepacking (https://www.apidura.com/bikepacking/  http://www.rusjanbag.com ) senza avere per forza un programma di viaggio dettagliato con itinerario e date prestabilite, lasciando che sia l’esplorazione libera e guidata dalla curiosità il traino della loro pedalata vagabonda.

bike tour su strade sterrate

Su Bikenbike coesistono entrambe le possibilità: da una parte viaggi, escursioni e itinerari organizzati per cicloturisti, programmati nei minimi dettagli da operatori del settore, come tour operator e guide cicloturistiche.

Dall’altra, esperienze in bici tra privati che condividono gratuitamente o a fronte di un piccolo contributo per l’impegno organizzativo. Condividono cioè il loro programma di viaggio e accolgono i partecipanti in un’ottica di sharing economy.

Spesso gli spostamenti molto lunghi avvengono con l’ausilio di mezzi pubblici, soprattutto il treno, e sembra crescere pian piano l’attenzione delle compagnie ferroviarie per chi vuole viaggiare con la bici al seguito (http://www.fiab-onlus.it/bici/attivita/treno-bici/item/1683-abruzzo-bicitreno-gratis.html ).

Con un piccolo aumento del costo del biglietto, è possibile portare la bici a bordo del treno riponendola in una sacca da viaggio per bicicletta (https://www.youtube.com/watch?v=_llMsLyUIeY ) sulle tratte dell’alta velocità, oppure collocando la bici nell’apposito vagone bici su alcuni regionali.

Indipendentemente dal tipo di viaggio, il cicloturismo è sempre accomunato alla promozione di uno stile di vita più consapevole e più attento al Pianeta.

Il 2017 è stato dichiarato dall’Onu anno del turismo sostenibile e anche in Italia il piano strategico per il turismo (http://www.pst.beniculturali.it/wp-content/uploads/2017/05/PST_2017_IT_5mag17.pdf ) (PST 2017-2022) sottolinea l’esigenza di uno sviluppo consapevole dell’economia del turismo. A ciò si allinea perfettamente il cicloturismo, che valorizza le economie locali dei luoghi esplorati, favorendo la nascita di piccoli imprenditori e contribuendo a spostare l’attenzione dei viaggiatori dalle grandi città, sempre più congestionate da orde di turisti, verso mete meno note, ma altrettanto ricche di storia e cultura.

Di rimando ciò favorisce anche la tutela del territorio, andando a migliorare e preservare le zone di interesse naturalistico e culturale.

Il contro? Non vogliamo suonare esagerati, ma il contro non c’è, se non un po’ di sana stanchezza a fine giornata, ma con un corpo rigenerato e occhi pieni di avventure e meraviglie!

Presto parleremo di quelli che sono gli equipaggiamenti per il cicloturismo: cosa serve, come si organizza un viaggio in bici e alcune piccole dritte per rendere il vostro viaggio piacevole e avventuroso.
Insomma, restate sintonizzati su Bikenbike , perché il mondo del cicloturismo vi aspetta ed è tutto da scoprire.

A presto!

ALICE BELLINI

Tags: bike, bikelife, biker, biketour, biketouring, cicloturismo, tendenze, travel, vacanze in bici Categories: Un Mondo in Bici
share TWEET PIN IT
Redazione Bikenbike

Gli articoli del nostro blog sono pensati e scritti da Matilde Atorino, CEO e founder di Bikenbike srl e grande appassionata di cicloturismo.

Related Posts
Leave a reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *